Notizie Flash

Napoli, Tav e Camorra spiegati in due video

L'affaire TAV usa lo stato e i suoi sistemi di difesa, ma dietro vi possono essere anche intrallazzi di associazioni malavitose nascoste

Da il sito d’informazione nazionale, nella stessa giornata arrivano due video che noi della redazione vogliamo mettere insieme. Due video che spiegano come le organizzazioni malavitose siano presenti nell’affaire TAV. Viene anche dimostrato per chi ne vuole leggere il significato, come sia facile tramite la struttura difensiva dello stato, il famoso Ordine Pubblico, allontanare chi immediatamente senza aspettare decenni di processi vuole fermare questo intreccio pericoloso che ad oggi nessuno vuole mettere insieme e soprattutto non vuole vedere. Per il sistema grandi opere tutto va bene e la polvere si nasconde sotto il tappeto, in attesa dei processi. Ne parlammo anche [QUI Associazioni mafiose una falla nel sistema] che per opere come l’Expo di Milano i processi non riuscirono a fermare ne tantomeno a riprendere il fiume di soldi pubblici illecitamente sottratti alla comunità Italia.

Di seguito un video che spiega coma ad Afrogola, la stazione TAV da poco inaugurata, venisse sorpreso e vivesse Antonio Moccia considerato affiliato ai clan camorristici campani. Nel video si chiarisce anche che i terreni acquistati da altre persone sono difesi, contro la polizia municipale, proprio dal Moccia, di seguito la visione sul sito di FanPage:

Di seguito alcuni manifestanti che entrando nella stazione di Afragola , vengono respinti con scontri e pugni dall’ordine pubblico:

07.06.17