Notizie Flash

Chiusa l’inchiesta “San Michele” sulle infiltrazioni mafiose nel cantiere Tav

Chiusa l'inchiesta "San Michele" sulle infiltrazioni mafiose nel cantiere Tav di Chiomonte e in Piemonte.

di Leonardo Capella

Chiusa dalla Procura di   l’inchiesta “San Michele” relativa a infiltrazioni di ‘ndrangheta in Piemonte e in particolare nel cantiere del a Chiomonte

Già il 3 marzo scorso, il tribunale del riesame di Torino aveva confermato l’ipotesi di associazione di stampo mafioso per quattro degli indagati nell’, relativa alle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel settore degli appalti pubblici in Piemonte.

L’operazione San Michele, ricordiamo, era sfociata, il primo luglio dello scorso anno, in venti ordini di custodia cautelare. Gli investigatori, fra l’altro, ritengono di avere scoperto il progetto di accaparrarsi lavori legati al cantiere del Tav a Chiomonte, in Valle di Susa.

Fra i 31 indagati, riporta l’Ansa, vi sarebbe un ispettore di polizia municipale in servizio al tribunale di Torino, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, e due carabinieri del Torinese accusati di avere rivelato notizie riservate. La banda e’ collegata a una ‘ndrina di San Mauro Marchesato (Crotone).

L.C. 28.03.2015