Notizie Flash

Catalogna pasticcio del referendum e responsabilità politiche

Il referendum in Catalogna rischia di scatenare una guerra interna che potrebbe avere serie ripercussioni in tutta l'area europea. Come si è giunti a questa situazione? Una analisi di MMT.

Riportiamo dal sito retemmt ( Modern Money Theory) un interessante intervento sulla situazione della che delinea lo scenario in cui è maturata la richiesta di indipendenza. Evidenti sono le responsabilità politiche del governo del paese nel non aver affrontato i problemi che si trascinano da molti anni. Buona lettura.


Il è stato illegale e una farsa totale priva di garanzie, passato attraverso un Parlamento privo del potere di indire un del genere e senza tenere in alcuna considerazione le dovute procedure o i diritti dei gruppi minoritari.

I nazionalisti rappresentano il 48% del voto, ma a causa dell’elevata presenza nel Parlamento catalano hanno la maggioranza. Non ci sono scuse per la coalizione in carica del Governo catalano. Sono determinati a dichiarare l’indipendenza e stanno cercando un confronto con lo Stato nella maniera più antidemocratica.

Detto questo, l’atteggiamento di Rajoy rivela una stupidità da non crederci. Non ha fatto nulla per convincere i catalani né ha fatto una sola proposta per trovare una soluzione a un conflitto che si trascina da oltre cinque anni.

Un conflitto che lui e il suo partito hanno provocato organizzando un boicottaggio dei prodotti catalani e opponendosi a uno statuto per l’autonomia approvato con un referendum e da entrambi i Parlamenti, quello spagnolo e quello catalano.

Infine, alcuni articoli dello statuto sono stati bocciati dalla Corte Costituzionale, che avrebbe dovuto essere più cauta. Ma il danno è stato fatto e la decisione della Corte Costituzionale ha creato un conflitto che avrebbe dovuto essere affrontato anni fa.

Un leader avrebbe trovato un compromesso. Rajoy, da vigliacco, lascia che il tempo rovini le cose senza mai offrire una soluzione. Aggiungete a questo il fatto che i politici spagnoli hanno rinunciato scioccamente alla nostra sovranità monetaria e il risultato è stata una crisi economica e sociale enorme, che dura da 37 quadrimestri e che ha lasciato un buon 30% della popolazione disoccupata, sottooccupata o impoverita.

È stato facile, per i nazionalisti catalani, identificare il governo di Madrid come un opportuno capro espiatorio. Il Governo di Rajoy ha applicato le crudeli politiche di austerità imposte da Bruxelles e da Francoforte. Queste politiche hanno spinto la in una seconda recessione e distrutto la coesione sociale della Nazione e del sistema politico.

Merkel, Sarkozy, Trichet e Barroso sono un altro gruppo di banditi che hanno fatto molto per annientare la capacità dello Stato spagnolo di offrire qualcosa alla propria gente. Perché una volta che hai rinunciato alla tua sovranità monetaria sei una colonia distrutta, ma la stampa idiota, le élite e gli intellettuali di questo Paese non lo capiscono. Cosa puoi offrire alla tua gente quando governi una colonia? C’è qualcuno che vuole vivere in uno Stato che è una colonia distrutta?

Non che i nazionalisti catalani da questo punto di vista brillino: vogliono lasciare la Spagna ma rimanere nell’Eurozona!

Il referendum è stato dichiarato illegale ma, ricorrendo a una strategia di repressione brutale per fermare l’apertura dei seggi elettorali, Rajoy ha dato ai nazionalisti una gran quantità di immagini che raffigurano la brutalità della polizia. Puigdemont ha ottenuto ciò che voleva.

Il suo referendum non è valido, ma lui ora ha guadagnato migliaia di dollari in più per la sua causa e l’attenzione della stampa straniera. Niente di buono può mai venire dal coinvolgimento straniero negli affari interni di un altro Paese.

Per amore di Dio: arrestare Puigdemont e intervenire sul Governo catalano applicando l’articolo 155 della Costituzione, ma mai usare la polizia contro i civili disarmati che chiedono il diritto di voto. Rajoy è uno stupido.

Il Governo avrebbe dovuto trovare un modo per indire un referendum legale con tutte le garanzie richieste in una democrazia normale. La questione dell’indipendenza sarebbe stata risolta una volta per tutte, perché solo una minoranza inferiore al 20% l’avrebbe sostenuta. Rajoy è riuscito a trasformare quasi il 45% dei Catalani in sostenitori dell’indipendentismo. Scommetto che oggi ha convertito qualche altro migliaio di Catalani a favore dell’indipendentismo.

Stupidità da non credere. Non solo è corrotto e incompetente, ma ha dimostrato di essere un reazionario criminale e idiota.

Una totale sciagura.

di Stuart Medina Miltimore per retemmt.