Notizie Flash

Embraco gruppo Whirlpool a rischio 500 posti di lavoro

COMUNICATO

Presenti oggi al fianco dei lavoratori davanti ai cancelli dell’Embraco di Riva presso Chieri dove oltre 500 persone rischiano di perdere il posto di lavoro.

Da mesi seguiamo l’evolversi della crisi aziendale e ci domandiamo per quale motivo la Regione ed il Ministero non abbiano ancora coinvolto la dirigenza Whirlpool, di cui l’azienda chierese fa parte. E’ dal confronto con i vertici della multinazionale che può passare il mantenimento del presidio produttivo e dei posti di lavoro.

Le responsabilità di questa drammatica situazione sono certamente della dirigenza, che intende chiudere dopo aver sfruttato lauti finanziamenti pubblici, ma anche di quella parte politica che ha introdotto il famigerato Jobs act.

A causa delle ultime riforme del lavoro dei governi sostenuti dal e del Governo Renzi gli operai Embraco probabilmente non potranno accedere alla cassa integrazione. Non è attraverso la presenza sui palchi che il Movimento 5 Stelle manifesta la vicinanza ai lavoratori, ma impegnandosi ogni giorno per difendere i diritti e le tutele smantellati da quella stessa politica che oggi cerca di trovare soluzioni ai danni che ha prodotto.

Chi ha votato il Jobs act e chi l’ha accettato senza fiatare solo per ordini di partito sostiene una visione del mondo del lavoro incompatibile con l’articolo 4 della Costituzione, richiamato oggi sul palco, che riconosce il diritto al lavoro per tutti i cittadini promuovendo le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Francesca Frediani, Capogruppo regionale Piemonte

Daniela Berruto, Capogruppo consiliare Comune di Chieri (TO)

Mauro Sensi, Capogruppo consiliare Comune di Santena (TO)

No tags for this post.