Notizie Flash

Perino interviene: bisogna votare M5S altrimenti …

Serata di presentazione dei candidati del M5S a Bussoleno. Molti i presenti. Si è parlato di quanto fatto dal movimento nel corso di cinque anni. Intervento di Alberto Perino che invita al voto.

di Bruno Garrone.

Serata del M5S a , dedicata alla presentazione dei candidati e del lavoro svolto nei cinque anni trascorsi. Presenti i senatori uscenti Alberto  e Marco , i candidati Luca Cabaretta (Camera),  (Senato), e Franco Trivero (Camera). Presenti in sala Alberto Perino e Dimitri De Vita (M5S – Città Metropolitana). Moderatrice la serata la consigliera regionale .

Ospite speciale che ha illustrato le recenti evoluzioni sui costi del .

Scibona e Airola hanno raccontato l’esperienza politica della legislatura terminata. Cosa ha potuto fare il M5S come forza di opposizione, e gli ostacoli riscontrati. I loro interventi hanno rimarcato l’importanza di conseguire un buon risultato elettorale; sopra tutto in relazione alla nuova legge Rosatellum (che Airola definisce incostituzionale), scritta per impedire un possibile governo al M5S.

Vale la pena ricordare che già l’Italicum fu scritta con lo stesso obiettivo, ma venne parzialmente cassata dalla Corte costituzionale. La nuova legge è stata comunque partorita nel momento in cui è stato chiaro che l’Italicum avrebbe potuto consentire al movimento di formare una maggioranza di governo.

I candidati.

Luca Cabaretta, il più giovane dei candidati presenti, ha raccontato la sua storia politica, iniziata con il movimento , e che ha successivamente trovato uno sbocco naturale nel M5S. Cabaretta è ingegnere ambientale e ha dato vita a due start up. 

Elisa Pirro, già consigliera comunale a Orbassano e in Città Metropolitana, lavora in ambito ospedaliero e in questi anni si è occupata dei problemi della Sanità e della questione Tav per quanto riguarda la famosa questione della linea , promessa da anni, non ancora realizzata, e che le amministrazioni cercano di far passare come “compensazione” alla linea -Lione. 

Franco Trivero ha illustrato la sua esperienza di lungo corso in ambito finanziario, tributario e del mondo del lavoro, avendo ricoperto ruoli di dirigenza in diversi ambiti.

I candidati hanno risposto alle domande del pubblico che sollecitavano alcuni chiarimenti sulla questione delle alleanze e sulla posizione antifascista e antirazzista. In merito il sen. Airola ha ribadito che non esistono ipotesi di intese con scambi da manuale Cencelli, così come si intendono normalmente le alleanze nel nostro paese. Il M5S proporrà, se riuscirà ad ottenere l’incarico, una lista di punti fondamentali su cui chiederà la fiducia per un governo “tecnico”. Punti sui quali, specifica Airola, sarà responsabilità delle altre forze politiche assumersi l’onere di spiegare agli elettori un eventuale loro rifiuto.

Intervento di Alberto Perino.

Intervento applauditissimo quello di Alberto Perino. Per cambiare sul serio la situazione del paese, per impedire che la linea del Tav venga portata avanti, così come altre opere inutili e dannose, bisogna votare, e far votare, Movimento Cinque Stelle, sono state le prime parole di Alberto.

Capisco – ha ribadito Perino,- ci possano essere sentimenti e opinioni differenti, ma è il momento di avere un sano pragmatismo politico e comprendere che l’unica forza politica, in questo momento, che può generare la differenza, è il M5S.

Già l’esperienza del 2014, con le elezioni europee – ricorda Perino, – avrebbe dovuto insegnare che disperdere i voti per coltivare piccoli orticelli, non è utile alla causa No Tav. Proprio in quell’occasione la dispersione di voti costò la mancata elezione di alcuni candidati della Valle.

Un intervento forte e diretto quello del leader No Tav, concluso con l’appello accorato a sollecitare il voto per il M5S. È tempo di decidere da che parte stare: o di quà o di là – ammonisce Alberto. Hanno cercato di far passare in tutti i modi il movimento come uguale, o addirittura peggiore, di quelli che rubano  in continuazione solo perché, una numero irrilevante, si è trattenuto i soldi (propri, quindi non di altri) tradendo il patto con gli elettori.

Insomma, conclude Alberto, “chi non vota il Movimento Cinque Stelle, per cortesia, non si lamenti più: di come sta’, della merda che deve mangiare tutti i giorni, e delle inculate che gli danno tutta la vita…“.

Il video della serata (si ringrazia Patrizia Monica Triolo per la registrazione).

(B.G. 24.02.18)