Alpignano e la Protezione civile

di Nicoletta Lucheroni

Ieri è entrato in servizio, anche ad Alpignano, il diramatore di messaggi telefonici Alert System. Paola Balestri ha consegnato al sindaco Gianni Da Ronco, la password per iniziare a operare. Il servizio è già operativo a Pianezza, Givoletto, La Cassa e Druento e diversi altri comuni in tutto il Piemonte.

Alert system, diramatore di messaggi telefonici rivolto alle Amministrazioni comunali, è attivabile 24h su 24h e 365 gg l’anno. Il comune, che si avvale del sistema, può effettuare 3600 chiamate vocali e fax contemporaneamente. In un’ora è possibile inoltrare 216.000 avvisi e 200.000 sms. Allert system ha molti utilizzi: Protezione Civile. In caso di incedi, terremoti, inondazioni, frane. Polizia municipale. Interruzioni stradali, frane, smottamenti. Gestione acquedotti, erogazioni di gas e di energia elettrica. Trasporti pubblici e sociali. Scuola, circoli culturali, manifestazioni locali, promozione del territorio. E’ possibile dividere gli utenti telefonici del comune in particolari sottoliste per incidere meglio nella resa del servizio. L’obbiettivo è di raggiungere il 50% della popolazione complessiva del comune e il 100% della popolazione scolastica. Durante l’alluvione in Garfagnana, per esempio, il servizio si è dimostrato davvero fondamentale. Alert System per mette al Comune di utilizzare uno strumento efficace senza investire ingenti somme in infrastrutture, canoni o personale. Tutte le operazioni sono registrate per avere statistiche e riscontri sull attività intraprese. Nessun comune dell’alta Val di Susa, malgrado il rischio idrogeologico, ha per il momento pensato all’istallazione del Sistema.