Notizie Flash

Auguri natalizi dall’Osservatorio

Gabriella_35_Auguri Natale ViranoUn anno di lavoro e pace. Questo l’augurio che sta giungendo a molti, a pochi giorni dal Natale, attraverso un cartoncino inoltrato dall’Osservatorio per il collegamento ferroviario Torino-Lione, cartoncino dalle parole accattivanti ma dall’immagine che ha fatto sobbalzare molti, cattolici e non.

Perché l’immagine reca sullo sfondo la fotografia della grande fresa, la “Gea” quando ancora era sul limitare dello scavo del tunnel esplorativo della Clarea, mentre in primo piano sagome scure, della Madonna, di san Giuseppe, del Bambinello e degli immancabili asino e bue prendono luce dall’eccezionale manufatto dell’ingegneria umana…

E se di primo acchito l’immagine ha stupito, anche sconcertato, se ad altri è parsa un’idea azzeccata, a guardarla meglio offre invece chiare indicazioni sul pensiero che l’ha ideata e voluta. Utilizzando un’icona natalizia. Il messaggio che si coglie, conoscendo il luogo posto in evidenza è che l’Osservatorio, novello Erode, è sul punto di compiere una nuova strage di innocenti, perché se la fresa è stata perentoriamente voluta per scavare un tunnel ci si chiede come potrebbe mai farlo senza triturare i personaggi che qui hanno trovato rifugio.

Singolare poi che il Cristo fattosi bambino, icona e voce di un Padre creatore che ha dato come consegna agli umani la custodia del creato venga posto in un luogo di distruzione e devastazione, dove i peggiori problemi stanno ora prendendo forma.

Forse l’augurio vero è altro. Quello che da anni si scambia una popolazione che vorrebbe progettare il suo futuro sul tempo dell’umano, fatto di moto e di pausa, di sguardi scambiati ed accoglienti.

Forse andrebbe cambiata l’immagine, o meglio, andrebbe finalmente annullato un progetto assolutamente inutile ed oggi estremamente pesante anche in termini di salute e di costi liberando soldi indispensabili per altre opere più consone.

Ora la speranza è che, tenuto conto delle succitate argomentazioni, l’Osservatorio decidesse di cambiare immagine… Potrebbe mettere un Babbo Natale. O forse no… Perché allora si rivolterebbero tutti i bambini alla distruzione del  loro Nonno dei doni!

Gabriella Tittonel

18 dicembre 2013

No tags for this post.