Notizie Flash

Belgio. Fermo un altro reattore nucleare

Dopo i reattori di Tihange si ferma anche un reattore di Doel. Governo preoccupato per la mancanza di risorse energetiche.

Centrale nucleare di Tihange.

di Massimo Bonato

Il Gruppo belga (GDF Suez) ha reso noto giovedì 13 agosto di aver dovuto fermare il terzo reattore della centrale di Doel, vicino ad Anversa, per perdite d’olio. Il gruppo, che gestisce sette reattori in territorio belga ha già dovuto fermare il Doel 4 il 5 agosto. «Le Monde» riporta il comunicato rilasciato da Elecrtabel, secondo il quale “I primi risultati indicano un danno significativo alla turbina ad alta pressione. Sulla base di questa analisi parziale, sembra che l’unità Doel 4 non sarà sicuramente disponibile fino al 31 dicembre 2014”.

Altri due reattori, il n. 3 del Doel e il n. 2 della centrale di Tihange, nei pressi di Liegi, sono fermi dal 25 marzo, dopo essere stati spenti tra il giugno 2012 e il giugno 2013, per la scoperta di migliaia di microfessure nei loro serbatoi.

Il ha finora perso 3000 megawatt, dei 5700 di sono capaci i suoi due impianti. Il governo è preoccupato, dal momento che non sa su quale capacità energetica poter contare per affrontare l’inverno. L’energia fornisce il 55% dell’energia elettrica consumata nel Paese.

Il Belgio ha programmato un graduale abbandono del nucleare, che prevede il definitivo arresto dei reattori tra il 2015 e il 2025, quando anche gli ultimi impianti avranno ormai 40 anni.

M.B. 16.08.14