Notizie Flash

È arrivato il Lattav!

di Giulia Ferro

Oggi alle 13 circa una ventina di No Tav, i più appartenenti a Torino e Cintura, hanno dato vita ad una originale protesta contro la campagna mediatica a sfavore del movimento e in solidarietà con i 4 compagni accusati di terrorismo  e detenuti alle Vallette. Ponendo il fuoco sulle false dichiarazioni del nostro militonto Pd, onorevole Esposito, in merito alle presunte molotov ritrovate sullo zerbino di casa, hanno disposto su un analogo zerbino di fronte alla Rai una decina di bottiglie di latte riportanti l’effige del nostro citato nemico. Pettorine e volantini ricusavano le sue  false accuse e al grido di : “ È ARRIVATO IL LATTAV” si precisava come le uniche molotov dei No Tav siano purtroppo  il latte e il territorio avvelenato dai gas Cs in Val Clarea.


La diffusione di volantini a tema e le parole di chi si susseguiva al megafono ribadivano con forza la ricusazione di ogni accusa di terrorismo, mettendo in luce l’utilizzo asservito al potere ed alla magistratura di stampe e televisioni.
Non si perdeva occasione inoltre di spiegare chi e cosa vuol dire essere No , riproponendo il collegamento tra lotte sociali, spreco del denaro pubblico, danno ambientale, impatto altamente tossico sulla salute.
I digos sopraggiunti non potevano che consolarsi con la solita consuetudine di fare fotografie e filmati, per una raccolta di figurine che non potrà mai essere terminata.
All’introvabile Feroce Saladino di un tempo, figurina storica e di grande pregio, fa da contrappunto oggi  l’introvabile  Sconfitto .
Un altro piccolo granello a dar fastidio all’ingranaggio del Treno ad Alta Velocità.
Grazie ai compagni per la condivisione e per averci messo faccia e idee.
E per concludere una canzoncina da canticchiare sempre meno sommessamente :
“Come mai, come mai, sempre palle dalla RAI… le notizie d’ora in poi le daremo solo noi”.