Notizie Flash

Etichettatura alimenti: 9 italiani su 10 vogliono origine chiara e leggibile

Gli italiani scelgono per l'etichetta chiara sugli alimenti

di Leonardo Capella

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha pubblicato il risultato della consultazione pubblica online relativa all’etichettatura dei prodotti agroalimentari.

Al questionario, composto da 11 domande, sull’importanza della tracciabilità dei prodotti, della indicazione dell’origine e della trasparenza delle informazioni in etichetta hanno risposto 26.500 cittadini. Il Ministro Maurizio Martina ha così commentato questo risultato: “Abbiamo avuto una partecipazione straordinaria con più di 26mila consumatori e operatori che ci hanno detto cosa vogliono leggere in etichetta”.

I dati che emergono sono inequivocabili, oltre il 96% dei consumatori ha dichiarato che è molto importante che sull’etichetta sia scritta in modo chiaro e leggibile l’origine dell’alimento e per l’84% è fondamentale ci sia il luogo in cui è avvenuto il processo di trasformazione.

L’importanza che il prodotto sia fatto con materie prime italiane e sia trasformato in Italia assume un elevatissima importanza per 8 italiani su 10, a seguire il 54% controlla che sia tipico, il 45% verifica anche la presenza del marchio Dop e Igp, mentre per il 30% conta che il prodotto sia biologico.

Le motivazioni che accompagnano il desiderio di avere un etichetta chiara sono di diverso genere: per il 90% è importante conoscere l’origine per questioni legate al rispetto degli standard di sicurezza alimentare, per 7 su 10 è utile per questione etiche.

Molto alta dunque è l’importanza di conoscere l’origine delle materie prime per gli italiani. Attenzione particolare viene posta su alcuni prodotti come le carni fresche e il latte fresco (95%), i prodotti lattiero-caseari come yogurt e formaggi (90%), la frutta e verdura fresca tagliata già pronta per l’uso (88%), le carni trasformate come salumi e insaccati, carne in scatola (87%) o il riso (81%).

Anche il luogo dove avviene la trasformazione riveste una particolare attenzione infatti oltre 18mila persone hanno evidenziato come è sempre fondamentale che sia indicato in etichetta in modo chiaro. Mentre per 86 consumatori su 100 hanno indicato l’importanza che la trasformazione avvenga al 100% sul territorio nazionale.

Nonostante il periodo di crisi ben 82 consumatori su 100 (22 mila persone),  hanno dichiarato che sono disposte a spendere di più per avere la certezza dell’origine e provenienza italiana del prodotto.

L.C. 12.04.2015