Notizie Flash

Giorni di Pasqua tra preparativi e festeggiamenti in Clarea

Tempo Lettura: 2 minuti

di Gabriella Tittonel

Gabriella_59_no tav Clarea 21 4 2014 037Alcuni giorni prima delle festività della Pasqua il cantiere in Clarea è stato interessato dalle immancabili “pulizie di Pasqua”, come si conviene in ogni “casa” in questi giorni.

E così si è effettuata una ultima visita, immancabile ormai(?) il giovedi, con la talpa Gea messa praticamente a riposo, cosicché anche i polmoni e quant’altro dei valsusini per alcuni giorni si è messo  anch’esso al riparo dai leggerissimi pulviscoli, terribilmente cattivi quanto minuscoli…

Poi c’è stato l’ennesimo passaggio d’acqua al centro delle strade, mentre  un altro camion, questo della Smat, lo si è trovato sulla grande strada esterna, così affamata di bosco tanto che se ne è  mangiato un bel pezzo, comprendo l’erba e i fiori di un bel metro di terre variamente provenienti da vecchi trasporti del tempo della costruzione dell’autostrada e di nuovi dal ventre della galleria.

Gabriella_59_no tav Clarea 21 4 2014 016Acqua Smat (?) utilizzata per inumidire i semi d’erba appena consegnati al terreno, per far sembrare meno impattante il gradino che ora taglia il bosco, gioiello di compensazione davvero encomiabile!

Altra erba si pensa che tra breve spunterà invece a fianco delle caserme, dove un “tappeto” di plastica a maglie larghe, di un incredibile color azzurro verde è stato sistemato, giusto per rendere meno sgomenta la vista di tanto scempio ambientale…

Insomma i preparativi per la Pasqua e Pasquetta sono stati fatti, peccato che nel lunedì di pasquetta per molti viaggiatori non sia stato possibile oltrepassare il ponte del Clarea per raggiungere le grotte della zona archeologica, come si era previsto di fare… E così la vista di tanto lindore nel cantiere è stata possibile  solo per un gruppo… Per chi è giunto dalla Ramat, per chi è arrivato all’alba e per chi ha guadato il torrente… Per gli altri invece c’è stato l’ormai consueto incontro sul ponte, divise da una parte, valsusini e amici dall’altra.  E per tutti la stessa risposta: “oggi non si può passare, c’è un’ordinanza del Prefetto”… ma di ordinanza scritta neppure l’ombra…

Gabriella_59_pasquetta 2014In questo territorio di Valsusa sul quale si raccontano un sacco di storie, anche di pura fantasia, di fatto a seconda del tempo e dell’umore, ci sono spazi che si aprono e si chiudono… e così le recinzioni sormontate di scarnificanti fili israeliani si vedono un poco di lontano…  Ma chi crede ancora alla favola di grande opera condivisa e indispensabile?

G.T. 21 aprile 2014