Notizie Flash

Graziano Delrio sostituisce Lupi

Graziano Delrio sostituisce Lupi al Ministero delle Infrastrutture.

di Leonardo Capella

Alle 20 di oggi 2 aprile il premier Matteo Renzi  ha accompagnato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio al Quirinale con  per giurare nelle mani del capo dello Stato Sergio Mattarella.

Alla fine è stato questo il nome scelto per prende l’incarico del ministro Maurizio Lupi  al ministero delle Infrastrutture. Già in mattinata dalle dichiarazioni fatte da Delrio intervenuto a un evento su sport e scuola facevano apparire chiaramente che la decisione ormai era stata presa anche se non erano ancora certe le tempistiche.

Rispondendo ai cronisti Delrio affermava: “Ci sono 2 presidenti che grazie a Dio decidono per noi: uno è quello del Consiglio, l’altro della Repubblica. Decidono loro i tempi. Noi siamo sempre a disposizione del governo e del paese”.

Una frase su tutte, pronunciata dal nuovo Ministro,  potrebbe essere indicativa del suo pensiero e della  sua linea politica: “Le opere non sono né grandi né piccole ma utili quando sono utili per la comunità”.

Certo è che l’affermazione “utili per la comunità” pare scontata. L’utilità è un valore talmente manipolabile e soggettivo che lascia del tutto indifferenti gli Italiani. 

Ad oggi Delrio, medico specializzato in endocrinologia, per ora annovera al suo attivo una legge che da lui prende il nome (Legge n.56 del 7 aprile 2014 – “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni”) e che ha creato non poche critiche e problemi amministrativi tuttora aperti. La legge di cui parliamo è relativa alla nascita delle nuove Città Metropolitane in sostituzione delle vecchie Province e sancisce l’obbligo delle Unioni dei piccoli Comuni.

Vedremo ora come affronterà il problema scottante delle infrastrutture in Italia.

L.C. 02.04.2015