Notizie Flash

Incontro con i Sindaci e Lupi. Primi dettagli

I Sindaci dell'Unione Montana Valle Susa si sono incontrati oggi pomeriggio, 21 gennaio, con il Ministro Maurizio Lupi.

di Valsusa Report

I Sindaci dell’Unione Montana Valle si sono incontrati oggi pomeriggio, 21 gennaio, con il Ministro . Partiti dalla Valle di si sono trovati nel gran salone di Roma. C’erano tutti, tranne S.Antonino. A parlare solo alcuni, tra questi il sindaco di  e Angelo Patrizio, sindaco di Avigliana.

La prima ora è stata solo con i tecnici, il Ministro presentatosi alle 15:30 precise, era impegnato in aula per le votazioni della legge elettorale (Italicum N.d.R.). Al ritorno dopo un’ora, la doccia fredda, “l’opera si fa, punto” ha esordito il Ministro, ed ancora “voiParlameto Roma Royalty free potete accompagnarla seguendola nell’Osservatorio, se volete“. Un imperativo che allontana dalla democrazia sbandierata e dalla partecipazione al dialogo. Appunto è qui che tutto non coincide, il terrritorio intende la democrazia per un partecipare alla soluzione del problema inserendo l’opzione che prevederebbe il non fare l’opera, richiesto dalle popolazioni dei paesi valligiani che con il voto hanno espresso sindaci No .

Per il Governo, democrazia è intesa come espressione del popolo che lo ha eletto e in quelle sedute romane la direzione nazionale ha deciso l’opera a prescindere da tutto, quindi come espressione logica, la frase “decide il governo eletto” pronunciata dal ministro racchiude il tutto. Le periferie possono solo subire ed accompagnare con “trasparenza, compensazioni e miglioramento” ed ancora “le compensazioni, man mano che va avanti l’opera”.

Assenti anche i grandi tecnici, Ing. Incalza sostituito da un funzionario ad interim, Dott. Signorini che vede l’opera “come una qualsiasi altra opera del territorio nazionale”.

I Sindaci erano accompagnati da due cinture nere dei progetti, Dott. Luca Giunti e Ing. Alberto Poggio che espletando alcuni dubbi appunto tecnici “i più macroscopici” hanno riscontrato l’impreparazione, in quella sede, della controparte.

Poco o nulla ha proferito Mario Virano presente alla destra di Lupi che in chiusura ha ribadito la sua “assoluta fiducia” nel commissario straordinario.

Tutto come prima, ecco il dialogo!!

Seguiranno ulteriori approfondimenti.

V.R. 21.1.15