Notizie Flash

L’Europa prevede il saccheggio dei conti correnti per salvare le banche in difficoltà

Autorevoli voci giornalistiche parlano di un’intesa europea per il saccheggio dei conti correnti in casi di emergenza, cioè per salvare le che rischiano di fallire. Il silenzio dei nostri media.

wallstreetNon è solo un’opinione ed è preoccupante: secondo tutti i maggiori canali di informazione finanziaria, il ministro irlandese delle Finanze Michael Noonan al convegno Future of Banking in Europe, svoltosi ai primi di dicembre, ha spiegato che “quando le banche faranno crac saranno salvate anche sacrificando i depositi e i conti correnti dei clienti presso l’istituto“. Tale tetra prospettiva, sarebbe già prevista nei dettagli nel Meccanismo di Risoluzione Unica, la risoluzione per il salvataggio delle banche accordata nel giugno scorso durante un Consiglio europeo presieduto proprio dall’Irlanda. In esso sarebbero precisati regole e poteri per aiutare i Paesi membri a gestire eventuali situazioni critiche in cui si venissero a trovare le banche. Con l’obiettivo (quanto praticabile o coerente?) di preservare la banca e “minimizzare l’esposizione ai contribuenti (che poi sono gli stessi correntisti) alle perdite”. Il Wall Street Journal porge la notizia come eventualità di un accordo, mancherebbero dei dettagli, ma la Risoluzione è già definita. Secondo questa possibilità, i provvedimenti analoghi adottati a Cipro sarebbero stati solo uno zuccherino. Perchè i media mainstream italiani non hanno scritto niente? Troppo impegnati a incensare Renzi? (F.S.)

No tags for this post.