Mario Draghi TEST ripasso di economia spicciola

Mario Draghi è il nuovo Salvatore della Patria. L'ennesimo governo tecnico spacciato per indipendente e il solito teatrino da asilo Mariuccia tra le forze politiche. Ma se gli facessimo un piccolo test?

di Davide Amerio.

Con l’incarico a Mario Draghi imperversa il solito pollaio italico. Chi è pro, chi è contro, etc etc 

Piacerebbe assistere, più che alle partigianerie (spesso interessate a personali obiettivi), una valutazione oggettiva delle posizioni del Mario Salvatore Nazionale Draghi. Sia rispetto al suo Curriculum, che lo illustra come uomo saldamente ancorato alle élite finanziarie, sia rispetto a più recenti sue affermazioni che rimangono sul generico e sembrano voler offrire un contentino a destra e a manca.

Essendo periodo di esami universitari, ho pensato di preparare un test (rigorosamente in DAD) di economia spicciola (tra il serio e il faceto), da sottoporre al sommo Salvatore della Patria. Tanto per valutare di che pasta è l’uomo, e il suo reale pensiero su alcune questioncine economiche che potrebbero essere di qualche interesse per noi umili sudditi di questa italietta grottesca.

Al netto di qualche refuso o inesattezza, di seguito il test a risposta multipla. Ovviamente incompleto rispetto alla vastità della materia. Lascio al lettore immaginare i parametri di valutazione per dare la votazione finale al fine di promuovere o bocciare il Salvatore. 

Draghi Test

1) Indicare l’affermazione che risulta VERA

a) Il concetto economico di Austerità Espansiva ha rafforzato l’Unione Europea, i paesi membri ne hanno beneficiato, e il Pil pro-capite è cresciuto in ogni paese. Tutti i paesi hanno vissuto momenti di prosperità mai avuta in precedenza, in particolare modo la Grecia (il miglior successo dell’Europa).

b) Il concetto economico di Austerità Espansiva ha comportato la diminuzione del Welfare in molti paesi Europei peggiorando il benessere economico dei cittadini, esponendoli a sacrifici, alla diminuzione dei redditi, alla precarietà del lavoro, e comportando la riduzione del sistema sanitario pubblico in Italia che ha creato più morti durante la pandemia

c) Il concetto di Austerità Espansiva è una cagata pazzesca partorito da malati mentali neoliberisti.

d) B+C.

2) Indicare l’affermazione che risulta FALSA

a) Il tasso del 2% massimo di inflazione come unico reale obiettivo della BCE si è rivelato un toccasana per le economie dell’Unione Europea. Tutti i paesi ne hanno beneficiato indistintamente, sono cresciuti i redditi generati da maggiori investimenti delle imprese in tutti i paesi.

b) Il tasso del 2% massimo di inflazione come unico reale obiettivo della BCE ha comportato la compressione di alcune economie dell’area Euro, obbligando alcuni paesi a piegarsi a un valore predeterminato del tasso di disoccupazione (NAIRU) imposto dall’Europa, tale da garantire quello del 2% di inflazione

c) Il tasso del 2% massimo di inflazione come unico reale obiettivo della BCE ha comportato maggiore disoccupazione e diminuzione del benessere sociali nei paesi dell’area mediterranea. Impedendo la sovranità monetaria diversi paesi non sono stati in grado di sostenere la Domanda interna. La bassa inflazione è stata garantita da un calo della Domanda con conseguente depressione delle economie.

d) B+C

3) Indicare l’affermazione che risulta FALSA

a) I parametri economici dell’accordo di Maastricht sottoscritti dai paesi Europei (3% max per disavanzo pubblico; 60% max rapporto debito pubblico/Pil) sono fondati su articolati studi economici con fondamenti scientifici, e sono stati utili per creare un’Unione Europea florida e rigogliosa.

b) Il parametro del disavanzo pubblico del 3% è stato inventato di santa pianta da Mitterand senza alcun fondamento empirico sulla sua validità (gli piaceva in quanto gli ricordava la Trinità).

c) Il parametro del 60% nel rapporto sul debito pubblico/Pil si basa sulle ricerche di due economisti (Reinhart e Rogoff) successivamente invalidato dalla tesi di uno studente americano (Thomas Herndon– che preparava la sua tesi di PhD alla University of Massachussetts di Amherts), il quale dimostrò gli errori clamorosi in cui erano incorsi i due economisti

d) B+C

4) Indicare l’affermazione che risulta VERA

a) La crisi finanziaria del 2007 non è imputabile alle banche e ai mercati finanziari. La responsabilità fu dei popolani accattoni che decisero di indebitarsi oltre le loro reali possibilità in base al reddito reale, desiderando acquistare ville sullo stile holliwoodiano come le grandi star.

b) La crisi finanziaria del 2007 ha origini nella irresponsabilità del sistema bancario nell’utilizzo di prodotti finanziari come i derivati. Con essi le banche inscatolavano debiti privi di garanzie reali per creare altro debito per acquistare altri prodotti speculativi aumentando così la Leva Finanziaria (quindi la propria esposizione debitoria) oltre livelli di guardia .

c) I Subprime sono stati solamente la miccia che ha fatto esplodere una montagna di debiti accumulata concedendo prestiti per acquisti di case nell’illusione che il mercato immobiliare non sarebbe mai crollato, e che quindi quei debiti sarebbero sempre stati ripagati in futuro.

d) B+C

5) Crocettare le affermazioni che risultano VERE

a) La moneta NON può essere FIAT ed è sempre e solo creata a debito. Gli Stati dell’UE non possono stampare moneta (può solo farlo la BCE), quindi è corretto che si indebitino per avere liquidità finanziaria.

b) La moneta è FIAT. Gli Stati con sovranità monetaria possono stampare moneta per le proprie esigenze finanziarie con la dovuta cautela al fine di evitare processi di inflazione.

c) La moneta viene creata con un processo laborioso durante le ore notturne presso il Campo dei Miracoli attraverso la semina delle monetine da 1 cent. Per informazioni sulla procedura e i periodi di raccolta rivolgersi alla ditta “Il Gatto e la Volpe s.r.l.” Bruxelles.

6) Crocettare le affermazioni che risultano VERE

a) Il Libero Mercato non conosce fallimenti. Esso distribuisce equamente la ricchezza prodotta nel paese. Chi non è felice e contento è solamente perché invidioso e pigro.

b) I poveri non esistono. Sono una invenzione dei comunisti, dei sovranisti, e dei populisti. Gente che non ha voglia di lavorare. Se sei povero è colpa tua; come diceva saggiamente Margaret Thacher: “la Società non esiste, esiste solo l’individuo”.

c) Il Libero Mercato crea ricchezza, ma la distribuisce in modo diseguale. Sono i fattori sociali, e i rapporti di potere, a influenzare la distribuzione della ricchezza che tende a concentrarsi nelle mani di pochi individui a discapito dei molti.

 

Ti è piaciuto questo articolo? condividilo con i tuoi amici !!!