Raccolta funghi il comunicato per i permessi del 2016

Comunicato Ente gestione aree protette Alpi Cozie per la raccolta funghi per l'anno 2016 disposizioni e tariffe

COMUNICATO STAMPA

RACCOLTA FUNGHI 2016: ANCHE VOUCHER GIORNALIERI O SETTIMANALI

Il titolo per la raccolta funghi 2016 – valido su tutto il territorio regionale – si può ottenere anche rivolgendosi all’ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie:

acquistando il voucher per la raccolta giornaliera (€ 5,00) o settimanale (€ 10,00) presso le sedi dell’ente di Pragelato, Salbertrand, Bussoleno o Avigliana, dal lunedì al giovedì, dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 15.00; il venerdì dalle 9.30 alle 12.00 oppure effettuando il versamento tramite bonifico bancario intestato a Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie, Via Fransuà Fontan 1 – 10050 Salbertrand (TO) – IBAN: IT03Y0200830180000002168078 – causale: L.R. 24/2007 raccolta funghi 2016 o effettuando il versamento diretto in tesoreria senza costi di commissione presso uno sportello della Banca Unicredit intestato al servizio di tesoreria dell’ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie conto n.2469100, con medesima causale.

L’importo da versare per il titolo annuale è di € 30, per il titolo biennale è di € 60 e per il titolo triennale è di € 90. La ricevuta deve riportare nome, cognome, luogo e data di nascita e residenza del raccoglitore. I minori di 14 anni possono raccogliere gratuitamente purché accompagnati da un maggiorenne munito di titolo valido. Restano validi ed efficaci, fino a scadenza, i titoli di raccolta conseguiti in data anteriore all’entrata in vigore della legge (settembre 2014).

Nelle aree protette e nelle aree Rete Natura 2000 gestite dall’ente vige una regolamentazione specifica per l’attività di raccolta, asportazione, danneggiamento, detenzione dei funghi epigei:

  • nel Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand la raccolta, l’asportazione, il danneggiamento o la detenzione di funghi epigei, anche non commestibili, sono vietati, fatto salvo l’esercizio del diritto di uso civico di fungatico a favore delle comunità locali (ai sensi dell’art. 14 L.R. 22 aprile 1991 n. 16);

  • nel Parco naturale dei Laghi di Avigliana, nel Parco naturale Orsiera-Rocciavrè, nella Riserva naturale dell’Orrido di Chianocco, nella Riserva naturale dell’Orrido di Foresto, nel SIC “Rocciamelone” e nel SIC “Oasi xerotermiche della Val di Susa – Orrido di Chianocco, le attività di cui sopra sono regolate, come nel restante territorio regionale, dalla L. 352/93 e dalla L.R 24/2007 e s.m.i.;

  • nel Parco naturale della Val Troncea le attività di cui sopra sono vietate ai sensi della normativa del piano naturalistico.

Per i residenti dei Comuni dell’Unione Montana Valle Susa (Almese, Avigliana, Borgone di Susa, Bruzolo, Bussoleno, Caprie, Caselette, Chianocco, Chiusa di San Michele, Condove, Mattie, Mompantero, Novalesa, San Didero, San Giorio di Susa, Sant’Ambrogio di Torino, Sant’Antonino di Susa, Susa, Vaie, Venaus, Villar Dora e Villar Focchiardo) e solo per la raccolta in questi comuni è prevista la seguente riduzione: € 20 per il titolo annuale, € 40 per il titolo biennale e € 60 per il titolo triennale.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 0122.854720 o scrivere a segreteria.alpicozie@ruparpiemonte.it.

Salbertrand, 01 giugno 2016