Notizie Flash

Religione Islamica e Cristiana una rilfessione

Una riflessione sulla religione Islamica e su quella Cristiana; sono davvero così diverse nei contenuti?

di Jimmie Moglia.

Sia la islamica sia quella cristiana sono integraliste, in quanto si fondano sulla concezione patriarcale, quindi autoritaria ed indiscutibile – dell’universo e della famiglia. L’intoccabilità della patriarchia, sostenuta e propagata dalla , ha per base il misticismo che, a sua volta, si fonda sulla repressione sessuale, a cominciare dall’infanzia. Dal senso del “peccato” nasce il senso di inferiorità e quindi di soggezione alla figura mistica del padre eterno, e conseguentemente, del padre terreno e dell’autorità in generale.
E siccome “peccato” vuol dire donna, Eva che mangia la mela etc., ne consegue la suddivisione femminile in madri e prostitute. La madre perfetta è vergine (quindi il culto della “Vergine Maria”), la madre meno perfetta è una macchina riproduttiva.
Il caso estremo si verifica in certe aree dell’ dove gli organi genitali femminili vengono rimossi e cauterizzati per eliminare ogni associazione della sessualità con il piacere naturale.
Ma il concetto, sia pure attenuato dalle circostanze e dall’evoluzione storica e illuminista, rimane presente anche nel . Tutte le “altre” donne sono oggetto del piu’ bieco disprezzo, come evidente dalle perversioni sessuali, dalla pornografia al di là dell’immaginabile e da una (pervasiva) ossessione sessuale in ogni fase del vivere quotidiano. Ossessione ben rappresentata dall’associazione sesso-pubblicità e dalla commistione verbale della sessualità con la scatologia (tutto “fuck” e tutto “shit”).
L’ideologia derivante non può non favorire la reazione piu’ bieca, un fascismo che supera se stesso – quindi guerre, armi, massacri, costrizioni, disprezzo, tracotanza, disdegno, prepotenza, spudoratezza, crudeltà, arroganza, sopraffazione, ignoranza crassa, e immensurabile ipocrisia – tutto all’insegna di libertà e pornografia.
Gli esempi non si contano, ma basti pensare all’annuale “prayer breakfast” alla Casa Bianca, dove orde di politici europei si recano in viaggio di piacere a Washington, a spese del contribuente, accompagnati da mogli o amanti. E mentre queste fan la spesa, mariti e compagni si sentono la solfa presidenziale in cui “Dio benedice l’America”, l’America è “under God”, come stampato sui dollari (ma bisogna proprio essere ciechi per non vedere il simbolismo). E mentre il prete o pastore di turno legge dal “Vangelo” (sic), un marine nel Nevada schiaccia un bottone e, con un drone, manda qualche dozzina di umani a miglior vita.
Per quanto faccia ribrezzo pensarlo, i terroristi dell’ISIS o simili, sono della stessa stoffa dei padroni di Washington. Come elucidato in numerosi articoli, il dell’ISIS e’ stato pianificato dai mammasantissima anglo-sionisti della cabala dominante.
Ho omesso la religione giudaica, per non scendere ancora di piu’ nel peggio, se mai fosse possibile. Perchè qui si parte da una religione razzista, che accusa di razzismo chi denuncia il razzismo della religione.

(J.M. 21.11.15)