Notizie Flash

Torino-Lione: lo scandalo annunciato

In Francia è andato in onda un docuementario che riporta l'assurdità della linea Tav Torino-Lione.

di Claudio Giorno.

Torino-Lione : indagine su una galleria da 26 miliardi

Oggi 4 novembre 2015 ore 23.25 la trasmissione “Prove convincenti” di France3 manda in onda il documentario
“Torino-Lione: inchiesta su una galleria da 26 miliardi”, di Ghislaine Buffard, Presenta: Patricia Loison

https://t.co/nUyQbUPv0L

“In modo equilibrato, dando voce ai “pro” e ai “contro”, Ghislaine Buffard mette in evidenza con metodo le carenze e le irregolarità del cantiere. Passa al setaccio le affermazioni dei promotori e dei difensori. Un’esperienza concreta, condotta con il cronometro in mano su un treno, dimostra che l’argomento di un risparmio di tempo di tre ore tra Parigi e Milano non è realistico. “Si tratta di una presentazione positiva”, “si semplifica un po'”, ammette il patron francese della Lione-Torino, con un sorriso forzato. L’argomento ecologico è rapidamente spazzato via, mentre sono esposti gli interessi politici e l’azione di lobby che sostengono il progetto, i possibili conflitti di interesse e gli scandali che costellano il dossier italiano … “

http://www.francetvinfo.fr/…/video-pieces-a-conviction-le-l…

Un risparmio di tempo di 1 ora e 25 minuti tra Parigi e Milano, questa la conclusione alla quale è giunta Ghislaine Buffard per “Prove convincenti”. Molto lontano dalla promessa dei promotori del titanico progetto di galleria.
Di fronte a questi nuovi dati la reazione di Hubert du Mesnil, presidente di TELT, struttura franco-italiana responsabile dei lavori di realizzazione e della gestione della futura linea ferroviaria : “Non siamo al minuto. Quando lei dice di fare Parigi-Lione in due ore, non sono mai due ore. E’ un ordine di grandezza”

Sinopsi della trasmissione
Mercoledì 4 Novembre alle 23:25 (durata 60’) su France 3
Torino-Lione: inchiesta su un tunnel da 26 miliardi
Il progetto Torino-Lione, una galleria di 57 km scavata sotto la montagna per attraversare le con il treno, dovrebbe essere il cantiere più grande d’Europa, con un costo totale tra i 26 ei 30 miliardi di euro. Se i suoi sostenitori vantano un risparmio di tempo di tre ore sul collegamento ferroviario tra Parigi a Milano, la costruzione di questa galleria è controversa e scatena le passioni in Italia. L’interesse pubblico di una tale opera è davvero indiscutibile? Un’altra domanda importante si pone per il finanziamento di questo gigantesco progetto. L’indagine mette in evidenza che l’azione di lobby del settore delle costruzioni e di alcuni eletti locali è immenso, a volte in violazione delle regole e della legge.
La critica TV di Télérama del 31/10/2015
Torino-Lione: autopsia di uno scandalo annunciato
Quest’indagine rigorosa e documentata mette in dubbio la legittimità i del grande collegamento ferroviario tra Torino e Lione, la cui inaugurazione è prevista per il 2030. Sono 57 i chilometri della galleria scavata tra Saint-Jean-de-Maurienne e la Val di Susa, Italia, ai quali vanno aggiunti i 140 km di ferrovia tra Lione e Saint-Jean-de-Maurienne. Il costo di questo gigantesco progetto è stimato tra i 26 ei 30 miliardi di euro, la fattura è condivisa tra la , l’Italia e l’Europa. Nel 2012, un rapporto della Corte dei conti francese ha segnalato l’aumento esponenziale dei costi di progetto e l’assenza di un piano di finanziamento. Con un tale importo “potremmo costruire 300 ospedali, 1.200 scuole, oppure 2000 case di riposo”, osserva la giornalista …

(C.G. 04.11.15)