Notizie Flash

Trivelle 17 Aprile referendum sul futuro del mare

Mercoledì 9 Marzo scorso si è costituito a Vittoria (RG) il Comitato Referendario Cittadino "Vota SI per fermare le trivelle".

di Daniela Giuffrida.

Mercoledì 9 Marzo scorso si è costituito a Vittoria (RG) il Comitato Referendario Cittadino “Vota SI per fermare le ”. Il Comitato ha come obbiettivo primario informare i cittadini del territorio sull’ormai prossimo del 17 Aprile: un bistrattato dai media nazionali e dai mezzi di “disinformazione” di massa. Un silenzio assordante che gli ambientalisti di Vittoria denunciano a viva voce.
Il neo comitato lavorerà in sinergia con tutte le altre associazioni che hanno dichiarato la propria posizione contraria al piano di trivellazioni lungo le coste italiane, in difesa dell’. Il referendum servirà a bloccare le 5 concessioni già date dal governo nella sola Sicilia.

“C’è poco tempo – afferma il Comitato – ma è tanta la fermezza che abbiamo nel difendere il nostro mare!”
Il Governo nazionale, come sappiamo, ha tentato il boicottaggio del referendum del 17 aprile, non rispondendo agli appelli perché si accorpassero, in un’unica data, il voto per il referendum e quello per le amministrative. In tal modo verranno sprecati 360 milioni di euro per anticipare la data del voto e puntare sulla scarsa affluenza che non permetterà il raggiungimento del quorum necessario alla validità del referendum stesso.

“Noi scommettiamo – affermano gli ambientalisti vittoriesi – su tutti i cittadini che vorranno far sentire la loro voce e si mobiliteranno per il voto. Per noi, il vero quesito del 17 aprile è: “Vuoi che l’Italia investa sull’efficienza energetica, sul 100% di fonti rinnovabili, sulla ricerca e l’innovazione, sul rispetto per l’ambiente?”
Mobilitiamoci con entusiasmo e creatività per far vincere il SI’.”

12 marzo no triv 7
Ecco le ragioni che il Comitato Referendario Cittadino di Vittoria ha espresso, oggi, in un comunicato ufficiale

“Giorno 17 aprile gli aventi diritto al voto saranno chiamati ad esprimere la loro preferenza su una questione importantissima per la salute nostra e del nostro territorio, L’abrogazione attraverso referendum delle trivellazioni nel nostro mare.
Oltre a invitare i semplici cittadini ad andare a votare spiegandone le ragioni, sollecitiamo tutti i movimenti e i partiti politici che si presentano alle elezioni amministrative di Vittoria, ad aiutarci in questa battaglia di civiltà in difesa del territorio. Per farlo suggeriamo umilmente, ma con determinazione, di invitare il loro elettorato, in tutte le occasioni fino alla data del referendum del 17 Aprile, a votare Sì, per difendere il nostro mare dalle trivellazioni. Ricordiamo che già sono in fase operativa 5 concessioni a poca distanza dalla costa tra Gela e Marina di Ragusa, ed il referendum è l’unica occasione che il popolo avrà per bloccare queste e le altre in programma per il futuro. Chi ama il territorio deve difenderlo, non ci sono scuse! Nessun guadagno ma enormi rischi , per questo chiediamo la mobilitazione di tutti, serve coraggio e partecipazione, la disponibilità di cittadini di buona volontà ad essere presenti ai banchetti di sensibilizzazione, distribuendo del materiale cartaceo o semplicemente parlandone ovunque con chiunque ed in qualsiasi sede.
I volontari del Comitato saranno presenti tutti i Sabati mattina al mercatino che si svolge presso l’ex campo di concentramento e i Sabati pomeriggio in via Cavour.
Infine, insieme agli altri comitati No della provincia di Ragusa, saremo presenti, Venerdì 18 Marzo alle ore 18:00, nella sala conferenze dei giardini Iblei , proposito invitiamo i cittadini e gli organi di informazione ad essere presenti.”

(D.G. 14.03.16)